AleBlog




Powered by FeedBlitz

venerdì, giugno 02, 2006

2 Giugno FESTA DELLA REPUBBLICA


Oggi è il 60° anniversario della proclamazione della Repubblica, una festa importante che segna un passaggio storico che a mio avviso deve rimanere nelle coscienze e nelle memorie delle persone.
Viva il 2 Giugno del 1946 quando uomini e, per la prima volta, donne votarono a favore della Repubblica dopo 20 anni di fascismo e 5 anni di guerra, decretando così la fine della monarchia con l'esilio dei Savoia.
In seguito venne eletta l'Assemblea Costituente, che aveva il compito di eleggere il provvisorio capo dello stato e scrivere la nuova Carta Costituzionale.

Ricordo ancora le vecchie lezioni della mia professoressa del liceo quando raccontava queste vicende.
Anche allora, al momento del Referendum, l'Italia era divisa in due: da una parte il Settentrione avanguardista e fiducioso nella Repubblica e dall'altra il Meridione più conservatore.
Quindi, tutto questo scalpore per le elezioni da pochi mesi concluse sull'Italia spaccata a metà non è cosa nuova!

VIVA la REPUBBLICA fondata sul lavoro, ma sopprattutto VIVA la REPUBBLICA dei cittadini, VIVA la libertà d'espressione, di opinione, VIVA la legge uguale per tutti indipendentemente dalla razza, dal ceto sociale, dalle opinioni personali!
Per maggiori informazioni visita il
sito:LA NASCITA DELLA REPUBBLICA

martedì, maggio 30, 2006

SALVIAMO IL CITTADINO WEB


In un recente articolo dell'Espresso ho letto che le grandi sicietà di telecomunicazioni vogliono creare una nuova Internet divisa in due.
Da una parte un network di autostrade digitali superveloci riservate alle grandi società multimediali; dall'altra una ragnatela di strade sterrate a disposizione della gente comune: Blogger, associazioni culturali, giornali scolastici...
Vincent Cerf, uno dei principali strateghi di google, oggi è il leader della battaglia in corso per conservare la "neutralità del Web, contro l'attacco delle grandi società di telecomunicazione che voglio cambiare le regole del gioco.
Fino ad oggi Internet è stata fondata su protocolli tecnologici basati su una concezione egualitaria. I pacchetti di informazione che viaggiano in Rete sono tutti gerarchicamente identici.

Ora le grandi socieà di telecomunicazione chiedono ai grandi Content Provider del Web (Google, Yahoo, eBay) di pagare in modo proporzionale al traffico che generano dal loro sito, in modo tale da usufruire di una corsia veloce e permettere ai loro utenti di scaricare filmati, immagini ecc..nel modo più veloce possibile.
Edward Whitacre, presidente della rete AT&T ha detto: " i giganti di Internet sono matti se pensano di poter usare la rete gratis, perchè per raggiungere i loro clienti hanno bisogno delle nostre fibre ottiche che esistono grazie a colossali investimenti che devono avere un ritorno".

Ma è stata proprio la natura ugualitaria a consentire al web di diventare un laboratorio di idee dove i cittadini possono far sentire la loro voce e gli inventori possono sperimentare nuove tecnologie per la comunicazione.
Quindi in una rete meno democratica forse i BLOG non sarebbero mai nati.
Secondo Vincent Cerf questi cambiamenti consentirebbero alle società che forniscono il collegamento veloce ad Internet di controllare quello che la gente fa on-line.
I gestori dei cavi sostengono che la Rete oggi si è notevolmente evoluta e non possono più accettare che aziende come Vonage o Skype consentano agli utenti di telefonare a prezzi stracciati o addirittura gratis, toglieno a loro il ruolo di cesellanti del network.

La battaglia è già cominciata.
Alla Camera dei Deputati un emendamento che proponeva una volta per tutte la "neutralità del Web" è stata respinta da una larga maggioranza che sosteneva le posizioni delle società di telecomunicazioni.
Ma speriamo che le cose al Senato vadano diversamente.

Questa è una DECISIONE IMPORTANTE perchè il futuro di internet è costretto ad un bivio: sarà una grande strada uguale per tutti oppure un network privato con mille caselli a pagamento per entrare?

venerdì, maggio 19, 2006

Salmo...grazie Bea

Vorrei ringraziare la Bea....
  • Un Ponte Per
  • del sostegno e del pensiero.
    La canzone è davvero stupenda e voglio invitare tutti coloro che mi leggono ad andare a conoscerla sul tuo Blog.

    mercoledì, maggio 17, 2006

    01.ORG AZIONISMO MEDIATICO

    O1.ORG sono una coppia di Net artisti (Eva e Franco Mattes,)attivi da parecchi anni con progetti di rilievo internazionale.

    Loro organizzano delle operazioni che essi stessi definiscono di Media Actionism, traducibile come Azionismo Mediatico che è la fusione tra: l'Azionismo dell'arte tradizionale (ad esempio quella Viennese)e Media cioè mediazione.
    Un azionismo che prevede l'intervento anche diretto del pubblico nell'azione, però è mediato.

    Le loro operazioni si svolgono su diversi ambiti e livelli, principalmente due:
    -In un primo livello c'è il contatto diretto con il pubblico che è inconsapevole cioè non sa di partecipare ad un opera d'arte. Questo perche 01.org non vuole riferirsi ad un pubblico d'elite, come quello che si stringe attorno alle gallerie, ma ad un pubblico indifferenziato.
    -Poi c'è la rivendicazione ovvero il momento in cui rivelano la "verità".
    -Lultimo livello è quello Istituzionale cioè prendono tutto quello che hanno prodotto e lo espongono nei musei, gallerie ecc...

    Non hanno uno studio "polveroso e puzzolente di solventi e oli, ma si servono solo di potentissimi computer".
    Hanno una vita nomade ovvero vanno dove le loro performace li portano.

    Il loro ultimo lavoro è UNITED WE STAND ovvero la campagna pubblicitaria per un film che non esiste con un soggetto che non esiste....l'Europa.
    Guardate la performance,io l'adoro.
  • United we Stand

  • Per saperne di più ascolta la conferenza che hanno tenuto ad Urbino
  • mercoledì, maggio 03, 2006

    Momentanea Assenza

    Scusate la momentanea assenza, non voluta ma dovuta.
    Passato questo periodo, tornerò più critica ed energica che mai!!!

    lunedì, aprile 10, 2006

    La Blogosfera e le proiezioni

    ORE 18:26 la blogosfera sta commentanto le prime proiezioni inerenti le ELEZIONI 2006.
    I vari blog stanno monitorando i dati e i post relativi all'argomento crescono.
    PROIEZIONI SECONDO LA BLOGOSFERA

    venerdì, aprile 07, 2006

    -2 al voto ....


    -2 al voto, ce la faremo a vincere?
    Alcuni dicono di si altri di no.
    Buon fine settimana e....ANDIAMO TUTTI A VOTARE COGLIONI e non!